Psynerghia – Psicologia E Relazioni

di Melania Cabras e Maria Grazia Rubanu

Lo studio di psicologia Psynerghia, oltre a svolgere attività  di consulenza psicologica e psicoterapia, si occupa anche di informazione e formazione rispetto a diversi ambiti (sostegno ai genitori, laboratori per bambini e ragazzi, consulenza alle aziende) rivolta a singoli individui e a piccoli gruppi di persone.

Come fare smettere di fumare mio figlio – Le riflessioni delle psicologhe

 

Continua la collaborazione con la rubrica Figli al centro del blog Genitorialmente. Questo mese si parla di fumo e i genitori ci chiedono cosa si può fare per fare smettere di fumare il proprio figlio o la propria figlia. (Per leggere il loro post andate qui)

 

L’argomento di questo mese è particolarmente interessante perché mette a confronto aspetti razionali ed aspetti emotivi e chiama in causa anche la difficoltà che i genitori a volte hanno ad essere coerenti con ciò che provano ad insegnare ai propri figli.

GLI ASPETTI RAZIONALI

Razionalmente siamo tutti consapevoli dei danni che il fumo è in grado di provocare, lo sanno gli adulti  e lo sanno i ragazzi. Ci sono dati concreti che non lasciano spazio a interpretazioni differenti.

Eppure, anche se si sa che le sigarette sono dannose, sono ancora tantissimi i ragazzi che ogni giorno iniziano a fumare, in Italia si comincia in media a 14 anni.

Ci sono diversi aspetti importanti che riguardano l’iniziare a fumare in età precoce: prima di tutto il rischio di sviluppare una dipendenza e poi la difficoltà ad abbandonare una condotta appresa molto presto. Tra l’altro negli adolescenti e nei preadolescenti il fumo di tabacco è associato ad altri comportamenti a rischio, come l’uso di sostanze psicotrope. Le ricerche dimostrano che prima si inizia a fumare più si ha la probabilità di sviluppare una dipendenza da nicotina. Continua a leggere

Le Nostre Rubriche