di Melania Cabras e Maria Grazia Rubanu

famiglia

La famiglia come sistema

famiglia sistemaLa famiglia può essere considerata come “un sistema aperto che funziona in relazione al suo contesto socio-culturale e che si evolve durante il ciclo di vita” (Walsh, 1986, p.53).
Un sistema è “un insieme di unità  in reciproca interazione” (Bertalanffy, 1969), “un’unità  che funziona come una totalità  che scaturisce dai rapporti di interdipendenza tra i suoi elementi costitutivi” (Lasio, 2006, p.7).
A differenza dei sistemi chiusi che sono impermeabili, la famiglia come sistema aperto scambia energia e informazione con l’ambiente di cui fa parte (Carta, 1996). Continua a leggere

La normalità  delle famiglie

famiglie Per molto tempo gli studi sulla famiglia sono stati condotti nel contesto clinico, così da arrivare a considerare normale la famiglia priva di sintomi psichiatrici, quella non osservata nel contesto clinico.
La famiglia normale veniva descritta secondo i criteri di omogeneità  ed armonia (Fruggeri, 1997).
Oggi non è più così, la famiglia normale è qualcosa di più complesso di una inesistente famiglia ideale.
Continua a leggere

Le reazioni dei figli alla separazione genitoriale

Oggi abbiamo il piacere di ospitare un interessante contributo della dott.ssa Giorgia Usai, psicologa e mediatrice familiare in formazione. La dott.ssa Usai collabora da due anni con l’Associazione Mamme e Papà  Separati della Sardegna e in questo contesto ha avuto modo di confrontarsi con le storie, i dubbi e le domande di tanti genitori che affrontano il delicato momento della separazione. Il suo articolo offre un contributo per comprendere cosa può accadere nelle famiglie quando i genitori si separano e cosa è possibile fare per rispondere nel modo migliore possibile alle esigenze dei figli. Condividiamo questo contributo perchè va oltre la stigmatizzazione di determinati comportamenti e mette in luce l’importanza del dialogo e dell’ascolto dei figli come fattori protettivi rispetto a possibili problematiche.

separazione e figli“E’ più deleterio per la salute psichica del minore vivere in una famiglia legalmente intatta, ma conflittuale, rispetto ad una famiglia separata ma sufficientemente stabile e serena. Inoltre, risulta importantissimo per il minore, il tipo e la qualità  delle interazioni che si vanno strutturando tra i vari membri della famiglia, a separazione avvenuta, che non la separazione in s铝 (Cigoli, 1997).

Da circa due anni collaboro come psicologa con l’ AMPS e ho notato un numero sempre crescente di associati e dunque di separazioni, nonchè richieste di aiuto per gestire gli effetti sui loro figli.

Ciò ha richiesto a noi psicologi una costante attenzione delle reazioni dei figli alla separazione dei loro genitori. Continua a leggere