Psynerghia Psicologia E Relazioni

di Melania Cabras e Maria Grazia Rubanu

La gelosia tra fratelli e sorelle. Come gestirla? Le domande dei genitori

Continua la collaborazione con la rubrica Figli al centro del blog Genitorialmente. Questo mese parliamo della gelosia tra fratelli e sorelle. In questo post trovate le domande dei genitori e tra due settimane ci saranno anche le mie riflessioni.

Maria Grazia Rubanu

 

La gelosia fra fratelli e sorelle non ha età o almeno credo. Ho sempre pensato che avere un fratello o una sorella abbia un valore inestimabile per cui è importante che eventuali gelosie non intacchino questo rapporto.

Ricordo che quando è nata la mia secondogenita io e mio marito stavamo molto attenti al nostro comportamento. Ad esempio quando entrambe le figlie erano a casa, soprattutto nei primissimi mesi prestavamo più attenzione alla più grande, tanto la piccolina in quel momento non se ne sarebbe accorta.

Per contro quando lei era all’asilo io non risparmiavo coccole e bacetti alla piccolina, a raccontarla oggi sembra davvero un comportamento un po’ schizofrenico, ma sono certa che molti altri altri genitori hanno avuto il medesimo atteggiamento.

Con gli anni ho capito che la gelosia fra fratelli e sorelle dipende molto dal comportamento dei genitori, anche in questo i figli devono essere educati. Continua a leggere

Joker: Dal dolore alla violenza

“Mia madre mi diceva sempre di sorridere e mettere una faccia felice. Mi diceva che io ho uno scopo: portare risate e gioia nel mondo”
Arthur Fleck – Joker

 

 

Vedendo il film Joker: il mio pensiero è corso subito al titolo di un libro di Felicity De Zulueta “Dal dolore alla violenza. Le origini traumatiche dell’aggressività”.
Un libro diventato un classico, in cui l’autrice si oppone al punto di vista secondo il quale la violenza sarebbe innata e apre ad una visione differente per la quale la violenza avrebbe origine in una situazione traumatica infantile che, in determinate circostanze ambientali, può manifestare il suo potere distruttivo anche a distanza di tempo.

È per questo che ho scelto di citare proprio la frase che la madre di Arthur gli ripeteva sin da quando era piccolo: mettiti una faccia felice.
Il messaggio sottinteso è: non importa quanto tu sia triste o disperato, non importa tutto il dolore che ti porti dentro. Se metti una faccia felice le persone penseranno che tu sia felice.

E così Arthur ha cominciato a disegnarsi sul viso un sorriso, talmente esasperato da diventare un ghigno perchè a quelle parole della madre voleva crederci, nonostante fosse impossibile, tanto impossibile che l’unica fuga ad un doppio legame nutrito da doppi messaggi è stata la psicosi, in un crescendo di acting out in cui paradossalmente l’invisibile Arthur diventava il sempre più riconosciuto Joker.

Dal dolore alla violenza, appunto…

Maria Grazia Rubanu

Le paure degli adolescenti.

“Balla come se nessuno ti stesse guardando,

canta come se nessuno ti stesse ascoltando,

ama come se non ti fossi mai ferita

e vivi come se il paradiso fosse sulla terra”.

Mark Twain

 

Questo mese Manu, mamma e blogger di Genitorialmente mi chiede un confronto su un tema molto importante: come aiutare gli adolescenti a superare le proprie paure?

Un tema ancora più importante perché le paure di cui si parla sono state espresse proprio da delle ragazze, quelle che Manu in questo post chiama le Winx. Adolescenti che hanno avuto il desiderio e anche il coraggio di aprirsi con una donna, la mamma di una di loro, perché hanno capito quanto per lei sia importante poterle aiutare ad esprimersi e a sentirsi accolte.

Ed è così che vengono fuori le paure delle Winx, che sono poi le paure di tutte le adolescenti e gli adolescenti in questo periodo storico e culturale.

“La paura di non essere abbastanza” diventa il grande contenitore che racchiude in sé tutte le altre forme di insicurezza e preoccupazione:

  • la paura di non piacere
  • la paura di non avere amici
  • la paura di fare brutta figura
  • la paura di essere giudicati
  • la paura di essere poco popolari.

Continua a leggere