di Melania Cabras e Maria Grazia Rubanu

Julian è una sirena. Un libro sulla libertà di esprimere la propria autenticità

Julián è una sirena è la storia di un bambino e di sua nonna, una donna che sa ascoltare e accogliere.
È la storia di un desiderio e della sua realizzazione, parla della libertà di esprimersi oltre la rigidità degli schemi stereotipati.

Un giorno, mentre è assieme  alla nonna, Julian vede tre donne bellissime dalle quali rimane affascinato. Sono splendidi esseri vestiti in modo spettacolare, i loro capelli ondeggiano seguendo il movimento dei fianchi e i loro abiti colorati diventano lunghe code da sirena.
Esprimono allegria in ogni gesto e il piccolo Julian comincia a sognare ad occhi aperti di essere anche lui una sirena.
Non sa cosa ne penserà la nonna ma decide comunque di parlarne con lei e troverà una piacevole sorpresa.

La storia raccontata da Jessica Love ci accompagna con delicatezza nell’immaginario di Julian, lasciando a noi la possibilità di intuire i suoi sentimenti.
Non è importante sapere come andrà a finire, cosa Julian sente e cosa desidera essere in futuro. Ciò che conta è il presente, con la possibilità di esprimere e realizzare un desiderio, quello di essere una sirena, non sappiamo se per un momento, per un periodo o per tutta la vita.
E tutte e tre le possibilità vanno bene. Non ci sono errori quando si esprime la propria autenticità.

In questo viaggio ci accompagnano le illustrazioni magiche di Jessica Love che rendono ancora più speciale questa piccola avventura normale.