di Melania Cabras e Maria Grazia Rubanu

Ode al libro

Oggi abbiamo il piacere di ospitare nel nostro blog una poesia tratta dal libro Penne in agrodolce‘,  AIPSA Edizioni, 2007.

 Appena l’abbiamo sentita ci è sembrata perfetta per la nostra rubrica “Cito perché sono”.

 Il suo autore è Marco Vargiu che ci ha gentilmente concesso di pubblicarla qui.

 Marco si descrive così: “nato a Cagliari il 23 Ottobre 1959, Scorpione, laureato in psicologia clinica alla Sapienza di Roma, passione per la scrittura, il teatro e le performaces, attualmente ristoratore…”

 

T’amo, pio libro

libro che crei squilibrio

libro che dai ludibrio

libro che rimetti in equilibrio.

 

T’amo, libro pio

libro che arrivi dove non arrivo io…

c’è il libro di Dio

ma pure quello dello zio,

il libro che mi parla quando sono solo con io.

 

Pio libro, t’amo

a volte ti trovo anche se non ti chiamo

libro a volte albero a volte ramo,

libro che compriamo,

libro che doniamo,

libro che riceviamo,

libro che non rendiamo.

 

Libro che fa paura,

libro che rende l’anima più dura.

Libro che ti fa capire,

anche quando non la vuoi sentire.

 

Libro triste, zucchero a zolle,

libro che rende l’anima più molle.

Libro allegro, spensierato,

che fa più leggero il fatto d’esser nato.

 

Libro per diletto,

libro letto prima di andare a letto.

Libro maledetto, libro benedetto.

Libro mai letto.

 

Libro di successo,

a volte lo usi quando vai al cesso.

Libro nero come pestilenza,

libro che crea sonnolenza.

Libro che ti apre il cervello fino al midollo

quello che ti tiene sveglio finché non canta il gallo.

 

Libro che te lo ammoscia

Tutto indi quindi e poscia.

 

Libro, quello al momento giusto,

libro riletto con più gusto.

Libro per non pensare, da spiaggia,

libro che ti si irraggia.

 

Libro angolare, rettangolare, circolare.

 

Pagine cristallizzate

pagine dimenticate

pagine lette a rate

pagine mai ultimate

pagine lette a cavalcate.

 

T’amo, pio libro

pio libro, t’amo

t’amo, libro pio,

ci sarai sempre, anche quando non ci sarò io.